Gesta de Sommi Romani Pontefici Da Gesu Cristo, Eterno Sacerdote Sino a Clemente XIII, Felicemente Regnante; Per Rapporto a Dogmi Dell'ortodossa Fede, Che Decretarono

Gesta de Sommi Romani Pontefici Da Gesu Cristo, Eterno Sacerdote Sino a Clemente XIII, Felicemente Regnante; Per Rapporto a Dogmi Dell'ortodossa Fede, Che Decretarono : E Per Riguardo All'istituzione, Riformazione, E Buon Volume 3

By (author) 

List price: US$22.39

Currently unavailable

Add to wishlist

AbeBooks may have this title (opens in new window).

Try AbeBooks

Description

This historic book may have numerous typos and missing text. Purchasers can usually download a free scanned copy of the original book (without typos) from the publisher. Not indexed. Not illustrated. 1766 edition. Excerpt: ...iftanza di tutto H popolo gli accorde la Comunione; ma iolo la Laicale, collocandolo nelL' ordine de' Laici, e lo ipoglio cogli altri" due del Vefcovato foftituendo altri tre: ma alii due. contumaci fulmino anche la fcomunica-' 7. Di tutto queflo fa il racconto lo fteiTo ST Cornelio in: una lettera da lui fcritta a Fabio, o come legge Erafmo, Plaviano Vefcovo di Anriochia, dicui Eufebio (l 0.6. cap. 43.) 'ci lafcio un infigne frammento, che poi Monf. Manfi Arcivefcovo di Luca, inferi nella fua commendevoiiflima nuova raccolta de' Concilj ( Tom 1.. pag, 817. ) 8. Ebbe in olrre S. Cornelio la confolazione di vedere ri-tornati alla fua ubbidienza Urbano, Sidonio, Maffimo, e Macario, o fia Celerino. Tutti quefti, dice 5V Cornelio1, avendo finalmente ravviiata indole di Novaziano, la frode, a'ituzia, gli fpergiuri', le bugie, la crudelta da ogni focku abborrita, ed una certa lupina' amicizia, ritornarono alia Ghieia fanta, ed in prefenza di alcuni Vefcoyi, e molti. Sacerdoti, e Laici pubblicarono tutte le male arti, ed iniquite di Novaziano, che prima teneva nel fuo cuore nafcolte, dolendofi molto, che da quella ingannatrice, e-maligna beftia fedotti, per alcun tempo, fi foflfero dalla Chiefa allontanati: Hi omnes cunt ilium, Novatianum, tandem cogntovijfent, & fraudem ejus, ver/u tiam, per/uria quoqw, -atquo meiidacia, & abborrentem 1 omni foctet ate feuta 0$ ta ter y & hpjn am quamdam in eo amicitiam deprebendif fcnt, ad fanftam Ecclessam reverft funt: cunftafque illius prafi'tgias. y ac ne quittant y quam jampridem intra fe occultant, fe fe interim..show more

Product details

  • Paperback | 194 pages
  • 189 x 246 x 10mm | 354g
  • Rarebooksclub.com
  • United States
  • English
  • black & white illustrations
  • 1236975650
  • 9781236975652