• Gli invisibili See large image

    Gli invisibili (Paperback)(Italian) By (author) Nanni Balestrini

    Currently unavailable

    We can notify you when this item is back in stock

    | Add to wishlist

    OR try AbeBooks who may have this title (opens in new window).

    Try AbeBooks

    DescriptionProtagonista del romanzo è quella nuova generazione di "proletari" che verso la metà degli anni Settanta inaugura la rivoluzione del quotidiano, il rifiuto del lavoro, l'occupazione delle case e degli spazi sociali, lo sciopero selvaggio e si esprime in forze nel grande movimento del '77. Qui Balestrini ricostruisce l'epica di un'insurrezione gioiosa e dirompente sulla quale si abbatterà la profonda violenza del carcere e della criminalizzazione. E sono proprio le pagine dedicate al carcere che più colpiscono il lettore, lasciandolo completamente attonito di fronte alla narrazione di una delle rivolte carcerarie più cruente della storia italiana.


Other books

Other people who viewed this bought
Showing items 1 to 10 of 10

 

Reviews | Bibliographic data
  • Full bibliographic data for Gli invisibili

    Title
    Gli invisibili
    Authors and contributors
    By (author) Nanni Balestrini
    Physical properties
    Format: Paperback
    Number of pages: 285
    Width: 136 mm
    Height: 207 mm
    Thickness: 23 mm
    Weight: 361 g
    Language
    Italian
    ISBN
    ISBN 13: 9788888738468
    ISBN 10: 8888738460
    Classifications

    Warengruppen-Systematik des deutschen Buchhandels: 21000
    Soggetto CCE V2: FA
    Alice classification: 850
    Publisher
    DeriveApprodi
    Imprint name
    DeriveApprodi
    Publication date
    26 January 2012
    Description for reader
    Protagonista del romanzo è quella nuova generazione di "proletari" che verso la metà degli anni Settanta inaugura la rivoluzione del quotidiano, il rifiuto del lavoro, l'occupazione delle case e degli spazi sociali, lo sciopero selvaggio e si esprime in forze nel grande movimento del '77. Qui Balestrini ricostruisce l'epica di un'insurrezione gioiosa e dirompente sulla quale si abbatterà la profonda violenza del carcere e della criminalizzazione. E sono proprio le pagine dedicate al carcere che più colpiscono il lettore, lasciandolo completamente attonito di fronte alla narrazione di una delle rivolte carcerarie più cruente della storia italiana.