• Conversazioni con Billy Wilder

    Conversazioni con Billy Wilder (Paperback)(Italian) By (author) Cameron Crowe, Translated by A. Filippi

    Currently unavailable

    We can notify you when this item is back in stock

    | Add to wishlist

    OR try AbeBooks who may have this title (opens in new window).

    Try AbeBooks

    DescriptionFra le molte ragioni della fama di Billy Wilder, una era l'assenza di cautele diplomatiche, qualità decisamente rara in un ambiente votato, come Hollywood, alla consacrazione delle apparenze. La conferma arriva da questa lunga intervista con il collega Cameron Crowe, nel corso della quale Wilder apre i suoi archivi: fotografie in gran parte inedite, giudizi letali, persino consigli a chi è nuovo nel mestiere. Nel corso del racconto parecchi idoli vengono infranti, alcuni sipari strappati, ma l'inspiegabile malìa del cinema ne esce intatta.


Other books

Other people who viewed this bought
Showing items 1 to 10 of 10

 

Reviews | Bibliographic data
  • Full bibliographic data for Conversazioni con Billy Wilder

    Title
    Conversazioni con Billy Wilder
    Authors and contributors
    By (author) Cameron Crowe, Translated by A. Filippi
    Physical properties
    Format: Paperback
    Number of pages: 398
    Width: 207 mm
    Height: 261 mm
    Thickness: 33 mm
    Weight: 1,656 g
    Language
    Italian
    ISBN
    ISBN 13: 9788845917387
    ISBN 10: 884591738X
    Classifications

    Warengruppen-Systematik des deutschen Buchhandels: 25800
    DEA Department: _V
    Alice classification: 790
    Soggetto CCE V2: APFB
    Alice subject headings:
    Edition
    2
    Publisher
    Adelphi
    Imprint name
    Adelphi
    Publication date
    19 January 2012
    Description for reader
    Fra le molte ragioni della fama di Billy Wilder, una era l'assenza di cautele diplomatiche, qualità decisamente rara in un ambiente votato, come Hollywood, alla consacrazione delle apparenze. La conferma arriva da questa lunga intervista con il collega Cameron Crowe, nel corso della quale Wilder apre i suoi archivi: fotografie in gran parte inedite, giudizi letali, persino consigli a chi è nuovo nel mestiere. Nel corso del racconto parecchi idoli vengono infranti, alcuni sipari strappati, ma l'inspiegabile malìa del cinema ne esce intatta.